acli ascoli satriano "don tonino bello"

No alla pena di morte

In Articoli on 30/11/2012 at 12:40

Sembra che la prima abolizione al mondo della pena di morte sia stata messa in atto dal Granducato di Toscana, nel 1786. Era il 30 di Novembre.

Negli ultimi trent’anni, la maggior parte dei paesi del mondo – soprattutto in Europa, ma anche in America Latina e sempre più in Africa – hanno iniziato ad abolire o quantomeno a non eseguire le condanne a morte. Nel 1970, erano ben 143 in paesi nel mondo che riconoscevano la pena di morte. Oggi il numero è sceso a 56.

L’attuale rivendicazione di sicurezza interna alle società è incentrata troppo spesso sull’idea dell’eliminazione di coloro che si crede siano la minaccia. Questo equivale a rinunciare a credere nelle garanzie che si ottengono con un paziente lavoro di prevenzione e rieducazione.

Se oggi, come visto, molti paesi hanno dichiarato il loro no alla pena di morte, ciò si deve al lavoro di numerosissime associazioni che hanno fatto sentire la loro voce a livello internazionale, permettendo la nascita di una coscienza condivisa sulla violazione irrimediabile della sacralità della vita e della dignità umana che la pena capitale provoca. L’appello per una Moratoria Universale contro la pena di morte, vuol salvare la vita anche al migliaio di persone che ogni anno si avviano verso il patibolo. Molte della quali innocenti.

via  Unimondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: