acli ascoli satriano "don tonino bello"

Giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù

In Articoli on 02/12/2012 at 10:23

Era il 2 Dicembre 1949 quando l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò la Convenzione per la soppressione del traffico di persone e lo sfruttamento della prostituzione altrui. Ad oltre 60 anni dalla convenzione, la schiavitù è una piaga ancora lontana dall’essere debellata. Certo, convenzioni, leggi e costituzioni di tutto il mondo vietano espressamente il ricorso a tale pratica, ma la schiavitù, in diverse forme, coinvolge ancora milioni di persone.

Un lavoratore clandestino costretto a lavorare 16 ore al giorno per un salario risibile e senza alcun diritto, sotto minaccia di denunica, non è forse uno schiavo? Una ragazza attratta fuori dal proprio paese con la promessa di un lavoro e poi costretta alla prostituzione, può dirsi libera? E chi, escluso dai circuiti classici del credito, deve rivolgersi ad usurai e mercati neri?

Recita l’articolo 4 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani:”nessun individuo può essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù”. Ciononostante, la tratta degli schiavi è la terza attività illegale più redditizia del pianeta. A dimostrazione che cambiano forse le forme ma non la sostanza: quella della soppressione della libertà e dei diritti umani fondamentali.

via Unimondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: