acli ascoli satriano "don tonino bello"

Da schiavi a bambini

In Articoli on 07/12/2012 at 09:27

Da schiavi a bambini

share.dschola.it

Fame e infame. Furono i termini usati in un gioco di parole promosso da una campagna di qualche anno fa contro il turismo sessuale verso i minori. Situazioni di fame, miseria e povertà, sono terreno fertile per ilreclutamento di giovanissimi bambini spinti alla prostituzione; infame, invece, è colui che sfrutta tale situazione di miseria per l’appagamento dei propri istinti animali.

Il mercato del sesso minorile è uno dei business più proficui per le organizzazioni criminali, assieme a droga e armi. Si tratta di una vera e propria forma di schiavitù che coinvolge ogni ora 130 bambini e adolescenti in tutto il mondo.

Lo sfruttamento sessuale commerciale dei minori riduce le giovani vittime non solo ad oggetto sessuale, come nella pedofilia, ma anche ad oggetto commerciale, come appunto nella schiavitù. I bambini, rapiti o comprati dalle mafie direttamente dalle famiglie, diventano vittime sia delle violenze degli sfruttatori sia dei turisti sessuali che mettono a rischio il loro sviluppo fisico e psicologico, con probabilità altissime di contrarre malattie come l’AIDS.

Numerose organizzazioni lavorano per proteggere i minori da questo sfruttamento, promuovendo progetti di prevenzione e di recupero psico-sociale, campagne di informazione e sensibilizzazione sul fenomeno, azione di monitoraggio e promozione di apposite leggi.

 

via Unimondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: