acli ascoli satriano "don tonino bello"

Posts Tagged ‘giovani’

Da schiavi a bambini

In Articoli on 07/12/2012 at 09:27

Da schiavi a bambini

share.dschola.it

Fame e infame. Furono i termini usati in un gioco di parole promosso da una campagna di qualche anno fa contro il turismo sessuale verso i minori. Situazioni di fame, miseria e povertà, sono terreno fertile per ilreclutamento di giovanissimi bambini spinti alla prostituzione; infame, invece, è colui che sfrutta tale situazione di miseria per l’appagamento dei propri istinti animali.

Il mercato del sesso minorile è uno dei business più proficui per le organizzazioni criminali, assieme a droga e armi. Si tratta di una vera e propria forma di schiavitù che coinvolge ogni ora 130 bambini e adolescenti in tutto il mondo.

Lo sfruttamento sessuale commerciale dei minori riduce le giovani vittime non solo ad oggetto sessuale, come nella pedofilia, ma anche ad oggetto commerciale, come appunto nella schiavitù. I bambini, rapiti o comprati dalle mafie direttamente dalle famiglie, diventano vittime sia delle violenze degli sfruttatori sia dei turisti sessuali che mettono a rischio il loro sviluppo fisico e psicologico, con probabilità altissime di contrarre malattie come l’AIDS.

Numerose organizzazioni lavorano per proteggere i minori da questo sfruttamento, promuovendo progetti di prevenzione e di recupero psico-sociale, campagne di informazione e sensibilizzazione sul fenomeno, azione di monitoraggio e promozione di apposite leggi.

 

via Unimondo.

Giornata internazionale del volontariato

In Articoli on 05/12/2012 at 09:32

l nono paese più popolato al mondo, quasi 200 milioni di persone, un giro d’affari di oltre 400 miliardi di dollari: stiamo parlando del volontariato.

Il ruolo dei volontari nelle società moderne di tutto il mondo abbraccia oggi un numero sempre maggiore di ambiti: dall’assistenza ai disabili a quella domiciliare agli anziani, dal lavoro nelle comunità per i tossicodipendenti a quello nelle periferie degradate delle metropoli, dall’educazione dei minori in difficoltà al lavoro con i malati di mente. Ma anche la protezione dell’ambiente e del patrimonio artistico, la promozione del dialogo interreligioso e interculturale, l’integrazione degli immigrati, la tutela dell’occupazione.

Quello dei volontari è un “esercito” che riguarda giovani e meno giovani, occupati e disoccupati, appartenenti a differenti etnie e credo religiosi. Essi sono espressione dell’abbattimento quotidiano di barriere sociali, etniche, religiose e persino politiche.

La valorizzazione del lavoro volontario è oggetto di riflessione durante questa Giornata mondiale, istituita dall’ UNV, l’agenzia delle Nazioni Unite per il volontariato. L’obiettivo della Giornata è quello di promuovere il moltiplicarsi dell’attività svolta nei diversi paesi dai volontari e sensibilizzare in questo senso i governi ed i popoli.

In Italia i rapporti tra lo Stato e il mondo del volontariato sono regolati dalla legge 266/91 secondo cui “la Repubblica italiana riconosce il valore sociale e la funzione dell’attività di volontariato come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo”.

 

Unimondo.

 

Le imprese italiane cercano oltre 65.000 candidati da assumere

In Articoli on 26/11/2012 at 20:17

Presentatati a Job&Orienta 2012 i dati della ricerca di Excelsior/Unioncamere sui profili “introvabili”, sui titoli di studio più spendibili e sulle professioni con maggiore sbocco occupazionale.

In piena crisi e con un calo generalizzato della domanda di lavoro da parte del sistema produttivo, però, molti posti di lavoro rischiano comunque di rimanere vacanti perché i candidati sono difficili da reperire. Lo dice un approfondimento dell’analisi annuale del sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro, presentata a Job&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento.

Su oltre 406.000 assunzioni non stagionali previste dalle imprese dell’industria e dei servizi per il 2012, ben 65.500 (pari al 16,1% del totale) sono segnalate dalle imprese per la “difficoltà di reperimento”.

Gli ingegneri sono i profili più difficili da trovare, gli infermieri i più ricercati. E mancano anche diplomati ad indirizzo tecnico e specialistico.

Le imprese italiane cercano oltre 65.000 candidati da assumere

via Imprese italiane: oltre 65.000 candidati da assumere

Giovani italiani e lavoro: altro che “choosy” !

In Articoli on 17/11/2012 at 14:15

Effettivamente la necessità di lavorare sta seriamente stimolando gli italiani ad adattarsi, anche se spesso temporaneamente (che in diversi caso diventa definitivo).

| BuoneNotizie.it.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: